Si rinnova la Fondazione (più o meno)

E mentre continuano le rettifiche alla celeberrima “black list” di Monte dei Paschi (oggi è la volta di Acea) e dunque è corroborata la tesi di questo blog (vedi post dei giorni scorsi), spunta un po’ a sorpresa (si fa per dire) la Fondazione Monte dei paschi. Già perchè ad aprile di quest’anno si rinnova la deputazione generale (Deputazione). Pur essendo svuotata, pur contando poco o niente all’interno della banca, è sempre una Fondazione con un certo patrimonio e che addirittura chiuderà in utile il 2016 (Valentini su Fondazione). Dubito, dunque, che non ci siano rinnovati appetiti su dette nomine da qui a un mesetto, forse meno. Il sindaco ha di fatto sfiduciato già i suoi quattro attuali nominati (“Voglio avere il massimo di certezza possibile che le persone, a differenza di quelle che ci sono ora, siano piu’ rispettose degli indirizzi che vengono dall’amministrazione comunale”), vedremo gli altri cosa faranno (ricordo che oltre alle nuove entrate dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e il Ministero dei beni e delle attivita’ culturali e del turismo, ci sono Provincia di Siena che ne designa 2, Regione Toscana, Camera di Commercio di Siena, Curia Arcivescovile, Universita’ degli Studi di Siena, Universita’ per Stranieri di Sienache ne designano 1 ciascuno cosi’ come la Consulta Provinciale del Volontariato che deve pero’ indicare una terna di nomi tra cui sceglierne uno). Perchè ricordo che la deputazione generale (oggi così composta), peraltro, è quella che nomina quella amministratrice e che “regge” dunque il presidente (che come dice nel link il sindaco Valentini scade tra un anno e mezzo). Chiedere che siano nominate persone competenti e non per equilibri politici è forse troppo, ma almeno che rispondano ad una logica di legame con il territorio? Una chiosa legata in qualche modo al medesimo argomento. Enrico Rossi, evidentemente in piena trance da campagna elettorale per la segreteria del Pd, continua a sfornare la sua sulle vicende della banca Mps (Rossi su Mps). Sono convinto, come il governatore, che le colpe politiche non siano solo di una parte, ma certo Rossi quando dice di voler sapere “chi ha raccontato balle” potrebbe, per esempio, scorrere la lista dei nominati dal suo partito. Oppure, meglio ancora, rivolgersi a se stesso: perchè, come sopra ricordato, la Regione Toscana era coinvolta nella “gestione” della Fondazione Mps, maggioranza assoluta all’epoca dei disastri. O pare a me? Sull’argomento stasera alle ore 21.040 lunga intervista del sottoscritto all’avvocato Paolo Emilio Falaschi su Radio Siena Tv.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Si rinnova la Fondazione (più o meno)

  1. Pingback: SEGNALI | La Martinella di Siena

  2. Duccio ha detto:

    Buona l’intervista all’avv Falaschi anche se per me l’avv e’ un sognatore. Cercare di recuperare certi soldini dati in maniera impropria e cercare di coinvolgere i signori che ricoprivano incarichi istituzionali e’ impossibile almeno io la vedo cosi’. Comunque ultimamente leggendo il tuo blog, leggere quanto affermano certi piddini di alto livello, locali ovviamente, pare che questo muro di gomma si stia afflosciando. Non c’ e’ futuro senza chiarire quanto accaduto nel passato. E’ dura ma ci arriveremo con la pace di tanti.

  3. Pingback: Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Porcellotti VS Don Brunetto… Don Brunetto fa l’elemosina ai senesi in vista del 2018? | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...