Per un mi piace in più

Stabilire la realtà dei fatti non significa difendere questo o quello; non significa stare dalla parte delle primarie, del Pd, di Renzi, della Kasta, di Mps. Significa “semplicemente” raccontare prima e, se necessario, provare ad interpretare poi sulla base dei fatti, ma secondo obiettività e, magari, un pizzico di competenza. Capisco come nell’era delle fake news, dei “mi piace” e dei “condividi” non ci sia così tanto tempo per leggere, figuriamoci per approfondire. Ma ho come l’impressione che la misura cominci ad essere colma e che dei “mipiacisti” compulsivi, dei “condividifotoprimachecensurino” , di coloro che si nascondono dietro la libertà d’opinione sparacchiando qualsiasi cosa sui social (e poi dimenticandosene dopo un nano secondo) le scatole siano piene. Ultimo esempio? Quello di coloro che hanno fatto girare la “notizia” (notare le virgolette) secondo cui a Monteriggioni sarebbero state “estorte” (cito) venti euro ad un’anziana signora per votare alla primarie. Questa la risposta (che potete leggere anche nei commenti): “Vorrei ristabilire la verità riguardo all’anziana signora a cui, secondo qualcuno, sarebbero stati estorti 20 € in un seggio delle primarie dal PD di Monteriggioni. Intanto La ringrazio per la correttezza e l’onestà intellettuale del Suo commento. Io ero presente al seggio insieme ad altri testimoni. La signora, ben conosciuta e nostra affezionata simpatizzante da molti anni, si è presentata in mattinata per votare. Nonostante il Presidente di seggio le abbia fatto presente che era sufficiente un contributo di 2 €, ha insistito per fare una donazione di 20 €, del tutto liberamente, a fronte del rilascio di regolare ricevuta e firmando un documento di adesione ai valori del PD e nel rispetto della privacy. Ho conversato con la signora per circa 10 minuti constatando che era perfettamente lucida e presente a se stessa. Dopo un pò si è presentato un individuo (poi qualificatosi come il figlio) che con modi sgarbati e minacciando denunce pretendeva la restituzione della somma in quanto appunto secondo lui estorta a persona incapace. Non certo intimoriti ma per evitare spiacevoli questioni ci siamo comunque dichiarati disponibili a restituire i 20 € ma solo ovviamente su richiesta della signora in persona, invitandolo a ritornare entro le 20 con la madre. Nessuno si è presentato. Ora apprendo dal Suo blog che la verità dei fatti, come spesso succede, è stata mistificata sui mitici “social”, dove tutti possono falsificare qualsiasi avvenimento, schizzare fango, infamare e ledere l’onorabilità di chiunque e pure ricevere tanti like di approvazione. Comunque insistendo possono ricevere anche una denuncia per diffamazione. Cordialità Lucia Provvedi Segretaria PD Monteriggioni”. Gentile Lucia, li capisca: cosa non si fa per un “mi piace in più”….

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per un mi piace in più

  1. gigi ha detto:

    scusami, ma vorrei sapere se allo stadio questa volta è andato tutto bene…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...