Ebbene quando si comincia? (e tre ps)

Fine ottobre, si voterà a Siena più o meno fra sette mesi, ma i motori sono già quasi tutti caldissimi. Anche troppo, come detto altre volte, perchè magari qualcuno rischia il surriscaldamento e qualcun’altro addirittura lo scoppio del motore, come ho scritto anche qualche giorno fa. In ogni caso l’avvocato Luigi De Mossi è in campo con l’ipotesi (più che concreta e svelata a inizio del mese dal “Corriere di Siena”) di scendere in campo con i simboli del centrodestra, più alcune liste civiche (Falorni, Corsi e Bianchini, ex Lega). Poi Pierluigi Piccini che annuncia a metà novembre la nascita dello spazio a disposizione della città, quindi Cinque Stelle che appaiono prossimi all’annuncio del candidato (Furiozzi? Scarselli?) e Casapound che dovrebbe ufficializzare l’ex generale Fucito entro novembre. Sinistra per Siena dovrebbe andare su Ernesto Campanini; l’Unione Popolare di Eugenio Neri, alla fine, potrebbe trovare un proprio percorso, perchè diventa difficile pensare che il chirurgo si affianchi a De Mossi nel caso ci sia la fusione con il centrodestra, ma tutto ci sta. Il Pd deve ancora risolvere il dilemma Valentini sì o Valentini no, perchè l’attuale sindaco spinge per ricandidarsi, il partito (o, almeno parte di esso) sembra meno convinto perchè trova per adesso più porte chiuse che aperte quando va a bussare alle case degli (ex) alleati. Nel frattempo la parte rimasta del listone civico (Società Aperta, Nero su Bianco, Sena Civitas) è a caccia di un identikit post De Mossi, che potrebbe trovare anche il favore di Siena Attiva, mentre Articolo Uno (che in qualche caso collima con la stessa Siena Attiva) trova alleanze a sinistra (Possibile). Sette, otto, forse nove candidati, ammesso che il percorso sia lineare per tutti, che non si trovino convergenze o intoppi per la strada. Siamo a buon punto, non c’è che dire, visto che siamo solo a novembre (o quasi). Ebbene, quando cominciamo a parlare di proposte per il presente-futuro?

Ps uno: prima del previsto il Ministero ha firmato il decreto: ha preso il via questa mattina alle 8.30 e terminera’ alle 16.30 del 20 novembre il periodo di offerta dello Stato per l’acquisto delle azioni degli ex obbligazionisti del Monte dei Paschi di Siena divenuti soci dopo la conversione dei subordinati, nell’ambito della ricapitalizzazione precauzionale. Ma la sostanza del post di ieri rimane eccome.

Ps due: la Mens Sana esonera il senese Giulio Griccioli e si affida al senese Matteo Mecacci. Spiega tutto Palla al Cerchio.

Ps tre: chiusi (finalmente) i congressi del Pd. Valenti in testa, Bernazzi secondo, Senesi terza. Ora parola ai delegati dell’assemblea provinciale. E per Siena a quelli della comunale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ebbene quando si comincia? (e tre ps)

  1. Duccio ha detto:

    Ogni senese vero deve sperare che non sia rivotato un sindaco del pd. Per quanto subito la città deve rispondere in maniera chiara. Il pd ha rovinato la città e chi nega questo nega l’evidenza. Inutile dire che l’opposizione non ha fatto il suo dovere, sarà anche cosi ma che il pd ci ha rovinato e un fatto indiscutibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...