Le poltrone in similpelle

Al novanta per cento il Tar stamani farà tornare tutto al punto di partenza. O, almeno, a martedì 11 settembre, quando il Collegio di garanzia, in sostanza, disse che non era competente e che a pronunciarsi doveva essere il tribunale federale. Sedici giorni per tornare al punto di partenza. Non è la prima volta che accade in questa estate con propaggini in autunno e che a questo punto non so davvero più come definire. Sono stati tre mesi incredibili, inimmaginabili, in cui il “sistema calcio”, tutto compreso e nessuno escluso, ha dato bella mostra di sé. Di come stia navigando in mezzo a burocrati adatti più al reparto di geriatria che alla gestione del mondo del pallone, in cui la spartizione delle poltrone è la cosa più importante e gli equilibri di potere possono piegare le regole scritte e una logica perfino spicciola. Questo mondo mi puzza di vecchio. Avete presente l’odore che si sente appena si entra in una vecchia casa di riposo? Ecco, è quello. Con la differenza che i “nonnini” a cui si fa visita fanno tenerezza e raccontano storie di vita vissuta. Nei palazzi del calcio ci sono solo racconti di uomini panciuti e incravattati, sudaticci con le loro membra attaccate alla similpelle delle poltrone. Nel frattempo il Siena giocherà domenica prossima con il Pontedera, si partirà con il campionato di serie C, alle società verrà riconosciuto un “congruo” risarcimento (soldi pubblici, peraltro), metodo tutto italiano e il prossimo presidente della Figc annuncerà “di guardare al futuro che tutto andrà meglio”. Con il beneplacito, si intenda, anche del governo, che dopo avere annunciato tuoni e fulmini si è lavato le mandi come il buon Pilato. Poi non ci lamentiamo se gli stadi sono vuoti e la Nazionale fa schifo. Dalla Repubblica delle banane (magari), a voi studio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...