All’attacco e non in difesa

Torno sull’argomento della comunicazione paliesca, che tanto dibattito ha suscitato in questi ultimi giorni. Ben consapevole che, come volasi dimostrare, la bufera sia ormai passata: almeno quella mediatica, per quella delle eventuali inchieste siamo in attesa, con la coscienza a posto, detto da senesi. Tempesta passata, ma la riflessione deve restare di grande attualità: perchè riuscire a fare una buona comunicazione delle tematiche culturali e valoriali del Palio e del mondo delle Contrade è, a parer mio, tutto a vantaggio della comunità senese e non vedo alcuna controindicazione. Agire “all’attacco”, insomma e non “in difesa”. Che, chiaramente, non significa attuare la veicolazione di messaggi aggressivi nei confronti di questo o l’altro: bensì diffondere, per l’appunto, messaggi che sappiamo spiegare con dovizia quello che è Siena. Del resto si tratterebbe di rappresentare quella che è la verità, senza censure (visto che si è parlato anche di questo negli ultimi giorni), valorizzando quanto di bello e buono, nei secoli, siamo stati capaci di fare. Né più, né meno. Certo, sembra facile a dirsi, tutt’altro che facile a farsi. E, per questo, credo che sia un dovere far riferimento alle competenze e al professionismo. Alimentiamo il dibattito.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...