Di questo eterno mio incespicare

In fondo sono sempre fiero del mio sognare, di questo eterno mio incespicare. Non è stato un anno facile, non so dire se più o meno complicato di altri, non so dire se più o meno semplice di altri. Credo che alla fine sia solo un passaggio del calendario e che il percorso continui, comunque. Con discese e salite. Ce le procuriamo da soli, a volte ce le procurano gli altri. Il nostro compito è provare sempre a mantenere il manubrio dritto. Ho fatto le mie piccoli-grandi conquiste, ho vinto qualche battaglia, qualcuna che poteva causare pesanti sconfitte. Ho lottato, quello sempre, molto. Ho sognato. Mi sono ubriacato, di vino, di follia, di poesia, di lacrime. Certo, a volte sono inciampato anche per colpe mie e non solo per i piccoli-grandi ostacoli che innegabilmente si pongono davanti. A me piace pensare, magari anche un po’ ingenuamente, che quando è accaduto è stato causato dal fatto che ho rivolto lo sguardo al cielo, alle stelle, all’orizzonte. Non ho sbattuto la testa contro un cartello stradale perché avevo la fronte bassa, insomma. Mi sono confrontato. Ho litigato, ho chiesto scusa, ho girato le spalle pensando convintamente di avere ragione, magari non avendola per niente. Ho fatto degli errori, alcune persone li hanno fatti con me. Sarà ancora così? Possibile, senza mai smettere di sognare, lottare, amare, combattere. Ho diversi sogni, qualche obiettivo, storie da raccontare. Ancora. Del resto, ognuno vada dove vuole andare, ognuno invecchi come gli pare, ma non raccontare a me cosa è la libertà.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...