Quei messaggi al sindaco di Siena (e non solo)

Ne ho scritto stamani sul “Corriere di Siena”, vorrei qui ampliare un po’. Perchè l’argomento sembra faceto, ma a me pare invece interessante. Prendo spunto dai messaggi inviati per l’emergenza neve al sindaco di Siena, ma sono sicuro che la cosa potrebbe essere allargata ai primi cittadini di tutta la provincia. C’è chi ha tirato fuori la scusa del ghiaccio, chi si è messo letteralmente a pregare, chi invece ha candidamente ammesso di avere un compito in classe. Sono tanti i messaggi che i minorenni hanno inviato nelle ultime giornate direttamente al sindaco Luigi De Mossi, utilizzando principalmente il profilo Facebook. La richiesta? Diretta: chiudere le scuole per un altro giorno, magari anche due. “Buonasera sindaco, domani le scuole so aperte o no? Perchè se sono aperte devo fare i compiti, sennò vo fuori”: qualche minorenne ha deciso che dovesse essere il primo cittadino e indicare le priorità giornaliere, mentre qualcun altro si è fatto portavoce di tutta la classe: “Signor De Mossi le scrivo a nome di tutti i miei compagni, veniamo da fuori Siena e le vorrei chiedere di chiudere le scuole un giorno in più per problemi di sicurezza”. Di tutto, di più, insomma, anche se c’è chi ha confessato di non voler andare a scuola per paura di non essere preparato: “Potrebbe tenere le scuole chiuse un altro giorno abbiamo la versione di latino domani e sarebbe cosa buona e giusta non farla”. Tanti messaggi, alcuni anche molto insistenti (“Scusi potrebbe rispondere” o “Perchè non risponde” reiterati) e alcuni che l’hanno messa sul “sentimentale”: “Gigi sei il mio sindaco preferito sono del Nicchio potresti chiudere le suole anche domani, cioè preferire sabato perché ho interrogazione ma va bene anche domani ti vogliamo bene sei il meglio”. Altri hanno provato anche a contrattare, anche se “cedendo” proprietà altrui: “Signor sindaco importante che lei chiuda le do la torre di un mio amico”. Qualcuno l’ha messa anche sul tragico: “Come facciamo a venire a Siena con il bus, con il ghiaccio il bus va nel burrone e moriamo” oppure “Sindaco domani c’è il ghiaccio ho paura a muovermi, può ripensarci e chiudere le scuole domani” e “chiudile ghiaccia tutto stanotte”. Infine qualcuno l’ha messa sul filosofico: “Grande gigi chiudile anche domani tanto non si muore di ignoranza”. Una tempesta di messaggi, a cui anche volendo diventava difficile rispondere: qualcuno si è anche inventato l’hashtag “gigichiudile” (riferimento chiaro alla chiusura delle scuole) che, manco a dirlo, in pochi minuti è diventato virale, facendo il giro dei social network. Scuse fantasiose, qualche messaggio ironico e perfino simpatico, ma da lì a qualcosa di un po’ più pesante il passo è stato breve. Perchè per oltrepassare il confine della democrazia diretta, del contatto immediato con le autorità cittadine all’uso quanto meno “improprio” dei social, financo all’insulto, a volte, basta un colpo di mouse. C’è addirittura chi si è spinto molto oltre, creando un profilo falso (non è così difficile con le tante applicazioni che girano per il web) del sindaco e facendo girare la notizia (falsa) della chiusura delle scuole. E nella giornata di ieri qualcun’altro si è spinto addirittura nel tentativo di “hackerare” la pagina Facebook ufficiale, rischiando di incappare in una denuncia. Un uso quantomeno “improprio” di una comunicazione di pubblica utilità. Guardando al rovescio della medaglia, però, in questo caso “virale” è diventata la comunicazione ufficiale dell’amministrazione, che ha superato le cinquemila visualizzazioni in pochissimo tempo. C’è di che riflettere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...