La rubrica di Guadagno di Pottino: la grande Siena

Torna dopo diverso tempo la rubrica saltuaria sul blog: è quella denominata “Guadagno di Pottino”, autore Laerte Mulinacci. Come al solito questo è uno spazio libero, commentabile, condivisibile (o meno), ma che vuole essere un tentativo, come altri, di sviluppare un dibattito approfondito e serio, senza pre-giudizi. Buona lettura.

La Nazione di ieri ha dedicato un’intera pagina ad un argomento che ritengo centrale per il futuro della nostra città: la perdita di peso politico di Siena a causa della sua scarsa rilevanza demografica. Non c’è molto su cui disquisire, è un dato di fatto che con poco più di 50.000 è dura recitare un ruolo da protagonisti. Questo è particolarmente preoccupante visto che oltretutto la “Toscana meridionale” si trova in una posizione di svantaggio rispetto alle più popolose aree del nord: meno di un terzo dei toscani vive nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto nonostante tutte insieme costituiscano oltre la metà del territorio regionale.
All’interno di questo quadro generale la nostra città è oltremodo svantaggiata trovandosi stretta tra due realtà, Arezzo e Grosseto, i cui comuni sono molto più popolosi e di conseguenza influenti in termini elettorali e decisionali:

Comune                 Estensione in km²                     Popolazione
Arezzo                           385                                         99.419
Grosseto                       474                                         82.036
Siena                             119                                          53.901

Se state leggendo queste righe sicuramente penserete “obbravo, bella scoperta” ma c’è un’altra considerazione da fare: l’estensione dei comuni su cui si potrebbe davvero intervenire per risolvere una situazione ormai anacronistica, a meno che non ci mettiamo a sfornare 10 figlioli per uno e trovargli casa sulle lastre per giunta!
Il comune di Siena è veramente piccino, quasi claustrofobico e coincide col centro storico e poco più mentre Arezzo e Grosseto coprono un’area quadrupla rispetto alla nostra, sono enti di più ampio respiro in cui la città propriamente detta è il baricentro di un’amministrazione più ampia e secondo una concezione più moderna di rapporto città-territorio.
Il campanilismo è bello ma nel nostro caso autolesionista, si può forse negare che non costituiamo un’unica realtà con Monteroni d’Arbia ad esempio? Oppure che il comune di Sovicille ospiti la più grande industria della città? Non abbiamo le stesse necessità e problematiche come ad esempio le infrastrutture?
Il bello è che da sempre Siena è il suo territorio sono inscindibili, affresco del Buongoverno docet. La situazione attuale non rispecchia la realtà infatti se il nostro comune fosse ampio quanto Arezzo e Grosseto:

Comune                                                                       Estensione in km²          Popolazione
Siena+Monteroni+Monteriggioni+Sovicille         467                                    82.965

Se a questi andiamo ad aggiungerci gli altri due comuni confinanti di Castelnuovo Berardenga ed Asciano, come suggerito anche dall’indagine IRPET e attualmente facenti parte del così detto “Smas” avremmo:

Comune             Estensione in km²                              Popolazione
Smas                               859                                              99.527

Il nostro problema non è quindi demografico bensì amministrativo, basti vedere questi pochi dati ed emerge che in realtà Siena è una città grande quanto (o più) gli altri capoluoghi toscani.
Il problema è serio ma di difficile soluzione visto che in Italia le fusioni dei comuni non sono mai decollate, sono quasi un tabù ma non serve sottolineare quanto un comune di 100.000 abitanti incida di più sulle scelte politiche regionali o come potrebbero riequilibrarsi i rapporti di forza nello scacchiere della Toscana del Sud: Camera di Commercio, sede legale Asl sono state trasferite ad Arezzo per fare un esempio.
Siamo uno stesso, stupendo ed unico territorio che deve condividere scelte e sfide comuni , auspico un percorso da condividere ed intraprendere tutti insieme, una riflessione comune verso un nuovo modello e non un “inglobamento” dei comuni limitrofi da parte del capoluogo. Una strada veramente impervia ma non abbiamo alternative, non c’è più tempo.
C’è bisogno di ripensare il Comune di Siena, non più come istituzione autocratica che dall’Antiporto arriva a Porta Tufi ma come l’entità che rappresenta un territorio, la sua popolazione ed i suoi interessi ma non sarà neppure sedersi intorno a un tavolo, se anche noi quelli del 726I non accettiamo di ridiscutere questi parametri.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La rubrica di Guadagno di Pottino: la grande Siena

  1. antonio ha detto:

    approvo anche le virgole. si alle fusioni, basta ai campanilismi che servono solo a riempirsi la bocca e a mantenere piccolissime sacche di potere, salvo, poi, andare a piangere per mancanza di servizi, soldi et.

  2. Guido Elia ha detto:

    Un altro argomento a lato di queste giustissime osservazioni e che avrebbe bisogno di un post apposito riguarda l’erogazione dei servizi. La vita di coloro che vivono nei comuni contermini frequentemente insiste su quella del comune di Siena, che quindi spende per dare servizi a persone che poi pagano le tasse altrove. Qualche caso limite: Belverde, la Tognazza, Montarioso, Ponte a Bozzone, Arbia. Sono di fatto quartieri di Siena (tant’è che ci passa il bus urbano, almeno sono sicuro che il 5 passi da Arbia e il 10 da Belverde) ma si trovano in altri comuni. Infine una piccola chiosa a corrredo dell’ottimo post di Laerte: non solo un comune più grande acquisisce un maggiore peso specifico, ma è anche in grado di attrarre maggiori fondi e finanziamenti, cosa che nella Provincia di Siena post-Fondazione avrebbe una certa rilevanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...