Che buffo (nata)

La vita che buffa cosa, ma se lo dici nessuno ride…così cantava Francesco Guccini. A me pare che pure la politica sia una cosa sempre più buffa. Che è un termine molto vicino, quando non ne è una premessa, alla buffonata. La scissione di Matteo Renzi da una parte era prevedibile, se non oggi, domani. Non mi sorprende più di tanto, perché rientra nell’opportunità, parola che introduce l’opportunismo. Ecco, io nella politica di oggi vedo questo: non più l’alto fine “sociale” delle idee e delle proposte per la società civile, magari idee diverse e in contrapposizione fra le varie parti. Bensì il posizionamento a seconda dei sondaggi, degli spazi che si creano nel panorama elettorale, nella situazione di oggi che però domani potrebbe essere diversa. Così ieri Salvini strappa nel tentativo di andare a votare, oggi Renzi si prende il tempo di creare un polo un po’ più al centro del Pd vedendoci uno spazio politico, domani si chiede il ritorno al proporzionale o l’approdo al maggioritario puro: non per mera convinzione ideologica, ma per opportunità propria. Sono curioso, ma allo stesso tempo sempre più lontano da questa politica e mi fa piacere soltanto una cosa: avere la possibilità di raccontarla, guardandola da lontano.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...