Taglio sì, taglio no

All’ordine del giorno (ancora) il taglio dei parlamentari (qui per qualche informazione in più). Il dibattito mi appassiona poco, anche se a dir la verità in campo politico c’è poco, pochissimo che riesce a farmi questo effetto. Come scriveva Guccini, ormai, in questo settore “mi alzo tardi tutti i giorni, tiro sempre a far mattino”: come dire, si vivacchia, in attesa di quello che verrà. O forse pensando ad altro. Resta però un fatto fondamentale. Si è fatto qualcosa, ma non si è fatto niente. O meglio: certo, gli onorevoli e i senatori saranno in numero minore e già questo è un fatto. Si può chiosare sul risparmio (poco) e su un oggettiva rappresentanza diminuita (è una questione di numeri, basta dividere il nuovo numero dei parlamentari con il numero di italiani, che saranno in diminuzione – opinabile – ma rimangono tantini), per il momento bisogna però attendere. Cioè che dopo il taglio ci sia la legge: una nuova norma elettorale che ci faccia capire come, quando, dove e perché. Proporzionale, maggioritario, divisione territoriale: tante questioni e tanti punti interrogativi. Sarà appassionante capire tutto nei prossimi mesi. Appassionante, si fa per dire.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...