Lavoro, ma anche trasporto

Bene che il consiglio comunale oggi (attraverso una mozione presentata dalle minoranze) abbia discusso (a dir la verità stia discutendo al momento di questo post) di lavoro. Da questo umile blog (che non legge nessuno) abbiamo invocato più volte come la priorità della politica (locale o nazionale) dovesse essere proprio il lavoro, quasi scomparso invece dal dibattito fra candidati durante le (tante) campagne elettorali (e figuriamoci dopo). Che Siena abbia cambiato pagina ormai è sotto gli occhi di tutti: la banca (dunque il settore terziario e anche l’indotto) è ormai il passato, anche per la svolta che, in generale, gli istituti di credito hanno intrapreso (chi se la ricorda più la filiale così come era alcuni anni fa?). Il futuro? Turismo e ricerca, certo, in senso generale di entrambi i termini. Però c’è una terza gamba, forse meno appariscente, ma fondante di un progetto complessivo per l’economia della città: quella relativa ai collegamenti, al trasporto. O facciamo come disse Oscar Farinetti, trasformando cioè una oggettiva negatività in un’opportunità (“Fate di Siena la ‘bella irraggiungibile’ “), oppure proviamo a svoltare anche in questo campo. Oppure facciamo finta di niente. Mi viene, sinceramente, da sorridere, con tutto il rispetto, se guardo alle battaglie (peraltro incisive fino a un certo punto) su Ampugnano, quando (eppure erano pochi anni fa), si fecero le barricate per un’infrastruttura su cui anche il sottoscritto conservava perplessità, ma che, a conti fatti, avrebbe invece dato un contributo rispetto all’isolamento endemico che ancora soffriamo. Vinsero i “benaltristi” (al grido di “serve altro”). Detto questo, siamo al presente: edulcorati dalle battaglie di parte a seconda del proprio colore, dobbiamo invece pensare all’apertura totale e non alla chiusura, nella consapevolezza che la chiusura non può esistere e prelude, invece, a diventare terreno saccheggio. C’è di che meditare.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...