Archivi categoria: Diario dalla zona rossa

Il diario dalla zona rossa: il racconto dell’emergenza coronavirus

Solo il farmaco ci salverà

Leggendo qua e là, credo che solo il farmaco ci salverà. Non è una rima voluta, bensì una frase giustificata da tante cose. Fra cui il fatto che, almeno seguendo quello che ha detto a più riprese Rino Rappuoli, la … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La scienza aveva detto altro

Torno sull’argomento lockdown. C’è stata un’altra “chiusura totale”, quella della Robur Siena, ma, ahimè, ci sarà tempo di parlarne. Torno sulla zona rossa estesa a tutta Italia perché leggendo i giornali di oggi scopriamo che, cito testualmente, “il lockdown totale … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Sembra incredibile, ma è vero

Mi sembra veramente incredibile come si possa solo pensare di allungare l’emergenza fino al 31 dicembre. Avete letto bene: 31 dicembre. Non faccio una digressione scientifica, non ne ho le capacità e le competenze (a differenza di tutti coloro che … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , , | 5 commenti

Una domanda: ma gli assembramenti?

Si, lo so, da questo blog sono particolarmente latitante. Me ne dolgo, magari ne parlerò più diffusamente in un altro post, ma se ho imparato una cosa da quando ho cominciato questo mestiere è che, al di là delle capacità … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il Palio sospeso

Sono stati giorni surreali. Sono stati giorni in cui hai cercato qualcosa, pur nella consapevolezza che questa ricerca fosse vana. Hai cercato negli sguardi delle persone, nei vicoli, negli spazi dove, ogni volta, in qualche modo, ritrovavi quello che avevi … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Riapre tutto (quasi)

C’è una cosa che sostanzialmente non riesco a capire. Riapre tutto: pare da metà mese si possa addirittura tornare a giocare a calcetto, quindi immagino che entro breve con qualche cautela si possa anche tornare a fare sport di contatto. … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , | 2 commenti

Ma che domenica bestiale

Sinceramente, soprattutto al mattino, pensavo di superarla un po’ meglio. Invece la domenica senza il Giro della mia Contrada è stata particolarmente amara, anche se un po’ l’amarezza si è affievolita con il passare delle ore. Lo avevo in qualche … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il virus è meno virus

Che ormai il Covid 19 abbia perso la sua forza devastante è sotto gli occhi di tutti. Anche in questo caso bisogna fare attenzione: non significa che il virus non è più virus, significa che il virus è meno virus. … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , | Lascia un commento

The new market

Diamoci agli inglesismi per definire quello che, questa mattina, è stato il nuovo mercato settimanale di Siena. Allargato, espanso, perfino “dispersivo” rispetto a quello a cui siamo abituati (non che io sia un frequentatore assiduo). L’applicazione pedissequa delle regole anti … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , | Lascia un commento

Io mi sento preso. Per il c.

Si, lo so, il titolo è un po’ fortino, soprattutto per chi è abituato a leggere questo blog con una certa frequenza. Il sentimento che provo, però, in questo momento è proprio questo.  Ho sempre più l’impressione che dietro a … Continua a leggere

Pubblicato in Diario dalla zona rossa | Contrassegnato , , | 1 commento