Archivi del mese: settembre 2019

Il dito

Riemergo dopo una settimana di festeggiamenti. Un po’ (tanto) per quello, un po’ per il fatto che il dibattito di questi giorni ha raggiunto picchi bassissimi, ho preferito non scrivere. Sarebbe stato meglio continuare, forse, il silenzio, ma non ci … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La descrizione di un attimo

Credo sia fra  i quadri più difficili da dipingere riuscire a mettere su tela o, se preferite, a descrivere tramite una tastiera, le sensazioni che si provano in serate come quella vissuta in Piazza Provenzano sabato sera. Fra le lacrime … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il ricevimento

E’ una cerimonia, quella di questa sera, a cui vogliamo dare insieme solennità e semplicità. La presenza delle autorità cittadine, del nostro sindaco Luigi De Mossi, ci impone il protocollo di omaggio che la Contrada si pregia di dare a … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Fino all’ultimo battito

E’ sempre una grandissima emozione presentare un Numero Unico, davanti al mio popolo, in quella Sala, anche per chi ci è un po’ abituato come me. Non voglio togliervi l’emozione e la curiosità di sfogliare il volume. Di solito si … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Alla fiera dell’est (e tre ps)

In principio fu il Pci (ma non era solo). Poi arrivarono il Pds e il Partito della Rifondazione Comunista, nella quale confluirono Democrazia Proletaria e il PdUP. Attenzione, però, perché parte di Dp andò dentro la Lista Verde, nella quale … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Che buffo (nata)

La vita che buffa cosa, ma se lo dici nessuno ride…così cantava Francesco Guccini. A me pare che pure la politica sia una cosa sempre più buffa. Che è un termine molto vicino, quando non ne è una premessa, alla … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Senza nascondersi (e un ps)

Ad Antenna Radio Esse sono diventati definitivi i licenziamenti di quattro colleghi giornalisti. Sull’argomento – ahimè – ho già scritto. La solidarietà e la vicinanza non sono banali né scontate, anche se temo che non possano produrre molto dal punto … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento